sociale Archive

Il Diritto alla Salute, negato

La Polverini e la sua giunta si dimostrano ancora una volta complice del governo Berlusconi che sulla sanità continua a imporre un indirizzo aziendalista e di indiscriminato taglio alla spesa, senza assicurare una sufficiente e razionale offerta di servizio pubblico, ottenendo un impoverimento dell’offerta sanitaria nelle periferie, tanto che in molti ospedali della provincia di

Anche quest’anno la scuola riapre i cancelli nel caos più totale

Da domani fino a venerdì presso l’Itis “Galileo Galilei” di Latina gli insegnanti di tutte le scuole attenderanno le nomine annuali. Il ritardo è spaventoso! Colpa come al solito delle scelte scellerate del governo! I tagli alla Pubblica Istruzione hanno costretto ad una revisione totale degli organici e del rapporto alunni -insegnante per classe. Di

Turismo Anno Zero

Anche quast’anno l’estate formiana sta per concludersi e con essa emerge l’amara considerazione che ancora una volta Formia subisce un’ involuzione nell’offerta turistica e culturale, un legame quanto mai imprescindibile per chi vuole fare del turismo un’ occasione di sviluppo economico per la propria città. “Una città di mare senza il mare” si sente dire

Housing sociale: a che gioco giochiamo?

In merito alla proposta di nuovo Piano di Zona 167 di Penitro nel campo della edilizia residenziale sociale, come non essere d’accordo con un iniziativa in un campo in cui Paolo Ferrero, attuale segretario di Rifondazione Comunista ed allora ministro delle Politiche sociali, con la legge n°9 del 9.2.2007 ed il tanto vituperato governo Prodi,

La nuova moda estiva: Caccia all’extracomunitario

Come ogni estate è iniziata la caccia all’extracomunitario. La scusa è la vendita illegale di prodotti di varia natura, in genere la mercanzia è composta da oggetti di poco valore. Un reato così grave da giustificare la creazione di una vera e propria task force, composta da vigili comunali e uomini della guardia costiera. Con

Polverini, la novella Attila: «TRASPORTI E SANITÀ, un colpo al cuore»

La ricordiamo in campagna elettorale impegnata a promettere, a destra e a manca, una regione più vicina ai bisogni dei cittadini, tanto brava e capace da convincere gli elettori a darle fiducia. Memori di tali parole ci saremmo aspettati una nuova Giovanna D’arco, pronta a sfidare le fiamme dell’inferno, pur di impedire i tagli decisi
oooerowerower