Smentiamo che il neo-sindaco di Maenza sia espressione di Rifondazione Comunista

Le ultime elezioni comunali di Maenza hanno visto la vittoria di Claudio Sperduti, candidato della lista “Progetto Maenza”, che ha ottenuto 1.112 voti (53,6%) e battuto la sfidante Rosalba Napoleoni che si è fermata a 968 (46,4%).
Il neo-sindaco è stato dato “erroneamente” in quota a Rifondazione Comunista, quando invece mai né dal provinciale né da chicchessia sono venute indicazioni in tal senso, così come smentiamo che Claudio Sperduti sia stato nostro iscritto.
D’altronde lo conferma il profilo e il programma della lista “Progetto Maenza” , che è lontano, troppo lontano, dai sentimenti e dai valori di quella parte di sinistra che umilmente cerchiamo di rappresentare.
I due candidati a sindaco sono, infatti, i due lati della stessa medaglia e non ci interessa se un lato è più bello dell’altro perché è la medaglia che non ci piace.
Nei prossimi mesi il nostro impegno sarà quello di gettare le basi perché a Maenza si possa aprire un circolo della Rifondazione Comunista, in grado di riprendere il percorso di impegno, di lotta e di solidarietà, che ha sempre caratterizzato la nostra azione politica.

Maurizio Frattagli
segretario provinciale di Latina
partito della Rifondazione Comunista

Visite: 570
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

oooerowerower