Tesseramento 2016:più forte Rifondazione, più forte l’opposizione al capitalismo

E’ in corso il tesseramento per l’anno 2016 al Partito della Rifondazione Comunista e alle/ai Giovani Comuniste/i.
Il partito della Rifondazione Comunista ha bisogno del contributo di chi crede che sia necessario sostenere le fila di un’opposizione sociale sempre più diffusa, in grado di dare un forte scossone ad un modo di fare politica che da un lato è lontano dalla realtà di chi subisce il dramma di una crisi economica che affama gli strati sociali più poveri e dall’altro continua a difendere gli interessi di pochi privilegiati, che hanno trasformato la “cosa pubblica” in “cosa loro”.
E’ necessario quindi ripartire da un nuovo progetto di società, che dia maggiore importanza a temi come la ripubblicizzazione dell’acqua e combattere quindi gli appetiti degli speculatori e degli approfittatori, molti dei quali vestono la casacca dei partiti che vanno per la maggiore; il diritto all’abitare con il sostegno ad un nuovo piano di edilizia residenziale pubblica, capace di sottrarre le classi meno abbienti alla voracità dei palazzinari; la lotta alla criminalità organizzata da un lato e dall’altro l’affermazione di una legalità che sia figlia della giustizia sociale; il sostegno alle lotte dei lavoratori cui diritti sono violati, in particolare con il contrasto al lavoro nero, molto diffuso nei settori quali il commercio e l’edilizia; il diritto ad un lavoro stabile, contro la vulgata che precario è bello; la lotta alla corruzione da un lato e dall’altro una sempre maggiore trasparenza nell’attività amministrativa; di politiche sociali che sappiano aggredire le nuove marginalità (esplose con l’attuale crisi economica della società capitilistica nella quale viviamo) e capaci di pensare a nuove logiche di inclusione che sappiano valorizzare le persone ed soddisfare i loro bisogni, ma che siano – al tempo stesso – libere dal ricatto della malapolitica; la difesa della “sanità pubblica”, con l’aumento dell’offerta dei servizi da fornire ai cittadini, soprattutto i pensionati e le fasce più deboli, e rovinando i piani di chi vuole vendere i cittadini ai privati; il diritto allo studio, quando ormai poter frequentare l’università è diventato un privilegio per pochi, vista l’assenza di borse di studio da un lato e l’aumento esponenzionale delle rete; il potenziamento del trasporto pubblico.
Aderire a Rifondazione Comunista, così come rinnovare la tessera, non deve però essere solo uno stanco rito burocratico ma al contrario deve rappresentare un impegno verso se stessi e la comunità di uomini e donne che ancora oggi sentono forte l’orgoglio di sentirsi fino in fondo comunisti.
D’altronde a dieci anni dalla sua morte l’insegnamento di Enzo Simeone detto “Zigoni”, sulla necessità di lottare per l’affermazione dei propri diritti continua ad essere valido.
Ricordiamo che possono iscriversi al Partito della Rifondazione Comunista coloro che hanno compiuto il quattordicesimo anno di età e che, indipendentemente dalla etnia, dalla nazionalità, e dalla confessione od opinione religiosa, ne condividono i valori fondativi.

Per informazioni: rifondazionecomunistaformia@gmail.com

Circolo “ENZO SIMEONE”
partito della Rifondazione Comunista
Formia

Visite: 391
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

oooerowerower