Lavori pubblici:«Le colpevoli disattenzioni della giunta Forte»

In attesa di conoscere gli esiti che avranno gli interventi previsti dall’Amministrazione comunale per le scuole di Gianola e di Penitro, non possiamo fare a meno di denunciare le condizioni del cantiere di piazza Tommaso Testa, di fronte al ben più noto e triste Largo Paone.

In pieno centro – nell’indifferenza totale dei vigili urbani che lì vi stazionano – sono in corso dei lavori privi della «cartello di cantiere», sul quale – ricordiamo ai soliti distratti – devono essere riportati, così come previsto dal Regolamento edilizio comunale, le seguenti informazioni: i nominativi del committente, del costruttore, del direttore dei lavori; nonché i nominativi del coordinatore per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori, come prescritto dall’articolo 90 del Testo Unico in materia di sicurezza e salute dei lavoratori. Aggiungiamo inoltre che è mancante della segnaletica -come prescritto dall’articolo 15 e 163 del Testo Unico in materia di sicurezza e salute dei lavoratori – necessaria ad avvisare che nelle prossimità ci possono essere situazioni di pericolo, cosa molto probabile vista la presenza di lavori in corso che possono mettere a rischio l’incolumità di chi staziona all’interno e all’esterno dello stesso.

L’art. 27, comma 4 del Testo Unico in materia di attività urbanistica ed edilizia, prevede che quando nei luoghi dove vengono realizzate le opere non sia installato il cartello di cantiere, gli ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria devono darne immediata comunicazione all’autorità giudiziaria, al presidente della giunta regionale ed al comune, che si deve attivare per verificare la regolarità delle opere, per poi disporre gli atti conseguenti, perché le irregolarità accertate cessino.

Ma ben più grave sono le condizioni della recinzione adottata, di tipo flessibile, in prossimità del marciapiede pedonale, che, nelle ore di punta, può costituire un insidia per i passanti che si trovano a dover percorre quel tratto di strada, tant’è che basta poco per cadere nel mezzo del cantiere tra i sassi della pavimentazione divelta. Dobbiamo attendere che tutto ciò si verifichi?

Ancora una volta i nostri amministratori del “fare…”, tanto solerti nell’annunciare finanziamenti ed opere, nel rassicurare circa gestione e controllo, nell’erigersi a paladini della legalità dichiarando di voler assicurare alla giustizia quanti sbagliano, ci pongono di fronte alla presenza di gravi omissioni che confermano la “colpevole” superficialità nella gestione della cosa pubblica, così come denunciamo da tempo.

Un pessimo segnale da parte di chi è deputato a farsi carico del rispetto della legalità, ma che evidentemente preferisce voltarsi dall’altra parte. Ma non possiamo non chiederci: cosa si ci deve attendere
da queste persone, se dopo il crollo del parcheggio di Campovodice, dopo i problemi verificatisi nelle nostre scuole, ancora perseverano nel condurre i lavori in tal modo?

Chi vivrà vedrà, noi – poco ma sicuro – saremo lì, pronti a denunciare quanto avviene in una città ormai allo sbando.

Roberta Trombetti
segretario del circolo “Enzo Simeone”
partito della Rifondazione Comunista
Formia

Comments

  1. Rispondi

  2. Rispondi

  3. Rispondi

  4. Rispondi

  5. By Jared

    Rispondi

  6. By Anonimo

    Rispondi

  7. Rispondi

  8. Rispondi

  9. Rispondi

  10. Rispondi

  11. By Anonimo

    Rispondi

  12. By Colette

    Rispondi

  13. Rispondi

  14. By seo

    Rispondi

  15. Rispondi

  16. Rispondi

  17. Rispondi

  18. Rispondi

  19. Rispondi

  20. Rispondi

  21. Rispondi

  22. Rispondi

  23. Rispondi

  24. Rispondi

  25. Rispondi

  26. Rispondi

  27. Rispondi

  28. Rispondi

  29. By lehoex

    Rispondi

  30. Rispondi

  31. Rispondi

  32. Rispondi

  33. Rispondi

  34. Rispondi

  35. Rispondi

  36. Rispondi

  37. Rispondi

  38. Rispondi

  39. Rispondi

  40. By Rlu.ru

    Rispondi

  41. Rispondi

  42. Rispondi

  43. Rispondi

  44. Rispondi

  45. By tshirts

    Rispondi

  46. By tees

    Rispondi

  47. By tshirts

    Rispondi

  48. By tshirts

    Rispondi

  49. Rispondi

  50. Rispondi

  51. By tshirts

    Rispondi

  52. By tshirts

    Rispondi

  53. Rispondi

  54. Rispondi

  55. By shirts

    Rispondi

  56. By tshirts

    Rispondi

  57. Rispondi

  58. Rispondi

  59. Rispondi

  60. Rispondi

  61. Rispondi

  62. Rispondi

  63. Rispondi

  64. Rispondi

  65. Rispondi

  66. Rispondi

  67. Rispondi

  68. Rispondi

  69. Rispondi

  70. Rispondi

  71. Rispondi

  72. Rispondi

  73. Rispondi

  74. Rispondi

  75. Rispondi

  76. Rispondi

  77. Rispondi

  78. Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

oooerowerower