beni comuni Archive

Acqualatina: il nuovo sindaco parte con il piede sbagliato

Acqualatina: il nuovo sindaco parte con il piede sbagliato Nel prendere atto del voto del sindaco all’ultimo consiglio di aministrazione di Acqualatina, facciamo osservare che l’astensione sulla nomina dei nuovi consiglieri di parte pubblica, a cui erano chiamati i sindaci dell’ATO4, è un pessimo messaggio lanciato all’intera cittadinanza. Questo voto infatti legittima di fatto una

Un nauseabondo odore di monnezza impregna l’aria di Gianola

Chi si è trovato a rincasare – a Gianola – nella tarda serata di Martedì scorso ha trovato la spiacevole sorpresa di essere avvolto da un nauseabondo odore di monnezza probabilmente proveniente dal Centro di raccolta rifiuti (Ex Enaoli) – che dista proprio alcune centinaia di metri. Non è la prima volta e né sarà

Appello per la pulizia del parco “De Curtis”

Vogliamo denunciare lo stato di abbandono in cui si trova il parco “De Curtis”. Purtroppo entrando nel parco si può osservare l’erba alta anche un metro che invade la maggior parte delle aiuole e la sporcizia in più punti, anche con bottiglie rotte tali da causare rischio di infortunio per un ignaro cittadino. L’erba è

L’assenza della clausola sociale nell’appalto per il trasporto pubblico è un attacco ai lavoratori

E’ di questi giorni la pubblicazione nell’albo pretorio online del comune di Formia delle linee di indirizzo con le quali si dovrà procedere all’aggiudicazione della gara d’appalto del servizio di trasporto nel territorio del Comune di Formia (per capirci meglio quello che oggi viene svolta dall’ATP). I criteri prescelti sono: la gara dovrà essere improntata

L’unica emergenza:“Cacciare la borghesia dal potere”

La crisi idrica ha fatto esplodere gli annosi problemi della qualità delle nostre infrastrutture che, purtroppo a circa vent’anni dal fatidico 2000, hanno gli stessi problemi di sempre. Ebbene negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una assurda crisi idrica che ha colpito la città a macchia di leopardo, con strade completamente prive d’acqua, poste a

Le balle del partito democratico su Acqualatina

Siamo da tre mesi senza acqua ed ecco che si svegliano i circoli di Minturno, di Formia, di Ventotene e di Castelforte per chiedere le dimissioni dell’amministratore delegato di Acqualatina, il “compagno” (Pci, Pds, Ds, Pd) Raimondo Besson e per chiedere al presidente della regione Nicola Zingaretti di sostenere la strada della ripubblicizzazione del servizio.

Gli effetti delle privatizzazioni sulla città sono devastanti ma ancora si continua a volerle

Nei giorni scorsi è stata pubblicata sull’albo pretorio del comune di Formia la deliberazione di giunta comunale n.185/2017 con la quale vengono fornite “al dirigente del settore OOPP e Manutenzione le linee di indirizzo per l’individuazione degli operatori economici a cui affidare i servizi manutentivi affidati in regime di Global service successivamente la loro scadenza

Acqua: La zona grigia

La crisi idrica sta dando la cifra dell’inettitudine della nostra classe politica. Senza trascurare gli effetti sulla vita del cittadino comune, di certo pesantissimi, proprio sul turismo, il “volano dell’economia” che ha fatto la fortuna di tante campagne elettorali, si vedono i risultati peggiori dell’inettitudine bypartisan. Il blocco di potere che ci governa ininterrottamente –

Acqualatina, tutti i nodi vengono al pettine

In questo ultimo mese – con lo scoppio della crisi idrica – abbiamo assistito allo strano fenomeno della migrazione di partiti e di consiglieri comunali dal carro degli strenui difensori di Acqualatina al carro dei nemici più acerrimi della stessa. E’ chiaro che tale scelta non è assolutamente dettata dalla sincera intenzione di strappare alla

L’incredibile settimana di un lavoratore che utilizza gli autobus della COTRAL per andare al lavoro

Nel suo caso un tabacchino. L’acquisto dei biglietti è avvenuto fortunatamente senza alcun problema. Subito dopo ha consultato il sito della COTRAL per capire qual era la corsa che avrebbe fatto al caso suo. E’ rimasto favorevolmente colpito dalla facilità con la quale è riuscito a farlo. Ha inoltre scoperto che era disponibile anche l’app

Quando il diritto all’acqua diventa merce i risultati sono questi !!!

Ci voleva l’ennesima crisi idrica per attirare l’attenzione e la rabbia dei cittadini su quello che è ormai diventato il più “grave problema” sociale del territorio: quello dell’acqua. Una crisi sociale oltre che idrica, che colpisce indistintamente tutti i cittadini e le abitazioni dei quartieri e delle frazioni più popolari di Formia e Gaeta e
oooerowerower