sanità Archive

Sanità pubblica, la morte può attendere?

Come abbiamo raccontato più volte lo stato della sanità pubblica è drammatico. Lo confermano i dati riguardanti le liste d’attesa per le visite mediche da effettuare tramite il servizio sanitario nazionale, che vanno ben al di là dei tempi indicati dalla normativa nazionale, e cioè 30 giorni per le visite diagnostiche e 60 per le

La sanità pubblica nel sud pontino è ormai agli sgoccioli

Un altro tassello viene aggiunto verso il completo smantellamento della sanità pubblica del sud pontino. Lo apprendiamo dalla lettura del Decreto del Commissario ad Acta – cioè del presidente della regione Lazio Zingaretti – n. U00257 del 5 luglio 2017, con il quale si adotta il documento Tecnico denominato: “Programmazione della rete ospedaliera nel biennio

Sulla sanità tante domande ma poche risposte

Lo abbiamo scritto più volte ma senza ricevere alcuna risposta dagli amministratori politici e sanitari della nostra provincia, ma non per questo ci scoraggiamo e quindi ritorniamo alla carica. Vogliamo sapere quali sono i servizi sanitari – specialisti e non – di cui dispongono i cittadini del sud pontino che malauguratamente devono recarsi presso l’ospedale

Il policlinico del golfo tra mito e realtà

Il sindaco Bartolomeo ritorna a far ronzare le orecchie dei suoi concittadini riproponendo la favola del policlinico del golfo. L’atto che ha dato modo al sindaco di centrodestra di farlo porta la firma del commissario ad acta della sanità laziale, nonché governatore del Lazio, Nicola Zingaretti e ha come oggetto il “Bilancio di previsione dello

Perché paghiamo dei dirigenti sanitari se non riescono nemmeno a far rispettare la legge?

Ogni giorno in Italia a circa mille persone viene diagnosticato un tumore. Le reti oncologiche – intendendo con esse “il coordinamento di tutte le azioni che riguardano l’assistenza al malato oncologico, sia dentro che fuori dall’ospedale” – al momento sono attive, cioè funzionanti, solo in Veneto, Piemonte, Lombardia, Toscana, Trentino e Umbria, mentre sono in

La sanità pubblica è al collasso ma non importa a nessuno

Nel presentare il rapporto 2016 sull’attività ospedaliera nel nostro Paese il presidente dell’Aiop (associazione italiana ospedalità privata), ha dichiarato che «l’Italia investe ancora poco in sanità, meno della Croazia, mentre siamo a distanze siderali da Paesi più vicini a noi, come Germania e Francia che spendono per il settore tra 60 e 100 miliardi più

La distruzione della sanità pubblica continua con l’introduzione di nuovi ticket

La ventilata chiusura del punto di primo soccorso dell’Ospedale “Di Liegro” di Gaeta denunciata dal Consiglio Popolare Ospedale di Gaeta non può lasciare indifferenti nemmeno gli abitanti dei comuni limitrofi, perchè chi fino ad oggi lo ha utilizzato si verrebbe costretto – per vedersi garantite le cure emergenziali – a spostarsi presso il “Dono Svizzero”

Il Pd di Formia, la sanità, i tagli e le comiche

Il partito democratico di Formia rende noto che è partita “una raccolta di firme indirizzata al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e al Direttore Aziendale dell’AUSL di Latina, dr. Giorgio Casati. Due sono i temi posti alla loro attenzione: la riorganizzazione del personale e dei servizi esistenti del “Dono Svizzero” (che sono ormai ridotti

Il crollo nel pronto soccorso di Formia è la fotografia reale della sanità pontina

Quanto successo all’interno della sala d’attesa del pronto soccorso di Formia, cioè la caduta di parte del soffitto – documentata da un video – con tutte le conseguenze negative che avrebbe potuto comportare se fosse caduto in testa a chi in quel momento l’affollava, è solo l’ennesima conferma di quanto scriviamo – inascoltati – ormai

Sanità, siamo alle comiche (se non fosse in gioco la nostra salute)

Il Circolo “Giuseppe Piancastelli-Giuseppe Diana” del Pd di Formia ha lanciato l’allarme sulla mancanza di medici nel reparto di cardiologia dell’ospedale di Formia, che in soldoni significa “non poter garantire l’erogazione delle prestazioni dovute”. Si rischia la chiusura del servizio di Elettrofisiologia e di Cardiostimolazione. A questo si aggiunge che da tempo il servizio di

La regione Lazio ne combina un’altra ai danni dei cittadini

Veniamo ai fatti: la Regione sta provvedendo ad inviare avvisi bonari relativi agli anni 2009 e 2010 in quanto a suo avvisto ci sono cittadini che hanno usufruito delle esenzioni ticket per prestazioni specialistiche (esami) e farmaceutiche (farmaci) senza averne alcun diritto, poiché il loro reddito era superiore a quanto previsto dalla legge e quindi
oooerowerower