antifascismo Archive

No al raduno dei fascisti di Casapound a Latina

Apprendiamo dalla lettura dei mezzi di informazione che nei prossimi giorni si svolgerà nel capoluogo pontino la festa nazionale della nota organizzazione fascista Casapound e questo avviene con il consenso delle istituzioni, visto che sono proprio questa a dover autorizzare l’evento. Ancora più oltraggioso se pensiamo che avviene in prossimità della data che coincide non

Il Fascismo per Formia significò morte e distruzione

Anche a Formia il tempo passa e le storie scomode vogliono essere dimenticate. Ma noi non dimentichiamo il destino di morte e di distruzione che il fascismo ha consegnato a questa città con la terribile occupazione militare nazista verificatasi tra il giorno dell’armistizio dell’8 settembre 1943 e la fine della battaglia di Cassino del 19

Dove c’è razzismo non c’è solidarietà! No alla partecipazione della “Dalmata” di Gaeta alla giornata di “Sport e solidarietà”

Domenica 12 giugno a Formia, presso il Parco De Curtis si terrà la giornata di “Sport e solidarietà”, organizzata dalla Coop. Sociale Nuovo Orizzonte. All’evento, patrocinato dal comune di Formia, dal parco “Riviera di Ulisse e dalla Confcommercio di Formia, parteciperà la squadra di rugby “Dalmata” di Gaeta, nota aggregazione dichiaratamente neofascista. Nonostante a Formia

Celebrazioni del 71° anniversario della liberazione dell’Italia dal nazifascismo

Il 25 aprile del 1945 l’Italia venne liberata dal nazifascismo con una lotta che vide fianco a fianco uomini e donne, operai e intellettuali, contadini del Nord e del Sud. Sono passati settantun’anni da quella data e oggi la nostra democrazia corre grandi pericoli. I continui colpi del revisionismo storico, e i tentativi di scrivere

La lotta per la “LIBERAZIONE” continua…..

L’anniversario della liberazione dal nazifascismo, per noi comunisti non è solo un giorno di festa, ma è anche un momento di riflessione sul suo significato più profondo. Il 25 aprile è il giorno della fine di oltre un ventennio di dittatura fascista instauratasi a seguito del biennio rosso (1919-20), durante il quale in Italia vi

Per un nuovo 25 APRILE

Come tutti sanno con il 25 Aprile festeggiamo la Liberazione dal nazifascismo e l’apertura della stagione della democrazia nel nostro paese. Democrazia che oggi purtroppo è fortemente in crisi a causa di scelte politiche scellerate da parte dei partiti che siedono in Parlamento. Le ultime elezioni avevano posto una richiesta di cambiamento e segnalato un

Noi non dimentichiamo le atrocità nazifasciste

“Ogni tempo ha il suo fascismo. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col terrore dell’intimidazione poliziesca, ma anche negando e distorcendo l’informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti sottili modi la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l’ordine.” sosteneva Primo Levi. L’attuale amministrazione riesce a calzare a

25 Aprile: Viva la Resistenza, Viva la Lotta Partigiana, Viva la Costituzione

Il 25 aprile è il giorno della liberazione. Diciamolo subito: per noi non è una festa, ma un passaggio fondamentale. Perché di questi tempi, in considerazione di cosa fanno gli “eletti del popolo” della Costituzione, dell’uguaglianza, dei nostri beni comuni, non c’è nulla da festeggiare. Nel percorso della società verso il suo futuro, il ritorno
oooerowerower